12 Aprile 2021

Tutti gli anni con il Fuorisalone a Milano esplode la primavera. Questo, almeno, fino a due anni fa.
Ma la buona notizia è che il Fuorisalone 2021 comunque ci sarà, sebbene con una formula inedita sdoppiata in due edizioni: una digital edition in aprile (in partenza oggi e sino al 18 aprile) e la vera e propria Milano Design Week in settembre, che avrà luogo in concomitanza con la 60-esima edizione del Salone del Mobile di Rho Fiera Milano dal 5 al 10 settembre 2021.

E anche se per questa primavera dovremo rinunciare ad andare a caccia di installazioni, esposizioni e mostre, curiosando tra showroom, cortili nascosti e vetrine, nulla vieta di immaginare nel frattempo gli itinerari e gli eventi aziendali nelle location esclusive di Milano che potremo realizzare e vivere a settembre, quando – incrociamo le dita – la Capitale del Design potrà tornare ad animarsi di una nuova energia in occasione della Design Week 2021.

Parola d’ordine “guardarsi intorno”

“Guardarsi intorno” è la parola d’ordine di una settimana ricca di eventi e manifestazioni legate al Salone del Mobile, dove gli arredi, il design e le location esclusive trasformano la città. Ovunque, nei cortili, negli showroom, sulle facciate di palazzi antichi e moderni, nelle vetrine dei negozi o lungo le strade, ci lasceremo sorprendere da strani oggetti, curiose installazioni, luci e sculture colorate.

Dopo una giornata trascorsa in fiera, presso il proprio temporary showroom o tra un appuntamento e l’altro per la città, di location in location, i nostri architetti e storici dell’arte ci accompagneranno per le strade della Milano del design, mostrandoci i monumenti e le opere più celebri e originali da un punto di vista non convenzionale, tra stravaganti opere d’arte, originali progetti espositivi e allestimenti speciali che colorano i vicoli più suggestivi.

Il centro storico di Milano tra design, arte e spazi verdi

Il nostro tour guidato del design potrebbe iniziare proprio nel cuore del centro storico di Milano, esplorando i chiostri della Ca’ Granda, sede dell’Università Statale di Milano e sorprendente connubio fra l’arte e l’architettura del passato e le novità del design contemporaneo, con installazioni tra le più rappresentative del Fuorisalone. Da qui, la nostra passeggiata prosegue sino alle opere site specific di Cadorna e di Piazza Castello.

Oppure, il nostro itinerario potrebbe partire dal Castello Sforzesco, per poi passare davanti alla Triennale, quasi a omaggiare due luoghi cardine del Design a Milano. Al Castello, infatti, pochi sanno che esiste un Museo del Mobile e del Design, pieno di chicche d’epoca espressione di diversi, inconfondibili stili. La Triennale invece, che ospita il Museo del Design Italiano, si erge a monumento della creatività milanese, e non solo: da sempre nel Palazzo dell’Arte le novità hanno dato sfoggio di sé nelle esposizioni di arti decorative, attirando grandi nomi dell’architettura e del design internazionale.

museo-design-triennale-neiade-tour&events2

E, ancora, non c’è luogo migliore per lasciarsi incantare dal dialogo fra architettura e natura di Parco Sempione, polmone verde nel cuore di Milano, ricco di storia, curiosità e aneddoti, come la leggenda della Dama Velata, sul cui fondo si stagliano la mole dell’Arena e l’imponente Arco della Pace. Il tutto all’ombra del Castello Sforzesco e della Torre Branca, la torre in acciaio, opera di Giò Ponti, che svetta verso il cielo. Dalla sua terrazza possiamo godere di una splendida vista panoramica sullo skyline di Milano.

Proprio nel cuore di Milano, tra i tesori del design custoditi tra il Castello Sforzesco, la Triennale di Milano e Parco Sempione, potremmo decidere di affittare una location per eventi di design per allestire il temporary showroom della nostra azienda, vestendo e personalizzando gli spazi per realizzare un evento corporate memorabile per buyer, ospiti e visitatori. Potremmo, anche, riservare in esclusiva la terrazza della Torre Branca o la Terrazza Triennale per un aperitivo riservato in altezza, un party serale o una cena glamour, proprio nei siti culturali iconici del design milanese.

Passeggiando tra le installazioni dei Quartieri Nuovi di Milano

Poco più in là, oltre Parco Sempione, si aprirà davanti a noi il nuovo skyline di Porta Nuova, dove architettura e design vanno da sempre a braccetto. Nuove installazioni temporanee prendono posto nella memorabile settimana del design all’ombra dei nuovi grattacieli in piazza Gae Aulenti, fra le costruzioni più rappresentative del centro urbano meneghino: il verdeggiante Bosco Verticale di Stefano Boeri, l’Unicredit Tower, il Diamantone, che dialoga con le architetture più storiche di piazza Repubblica. Senza dimenticarci di fare una tappa presso la rigogliosa Biblioteca degli alberi – BAM e, volendo, di compiere una piccola deviazione per raggiungere il poco lontano e nuovissimo ADI Design Museum, sorto proprio in tempo di lockdown.

Allontanandoci un poco dal centro storico, possiamo spingerci fino al quartiere di Citylife, in un tour guidato, magari al tramonto, passeggiando con i nostri architetti tra le curiose installazioni disseminate ai piedi degli altissimi grattacieli di CityLife dalle linee bizzarre e incurvate, firmati da archistar internazionali. Nel grande parco di CityLife, vero e proprio museo di arte contemporanea a cielo aperto, ci ritroveremo a zigzagare tra le sculture, opere d’arte permanenti e le installazioni temporanee della Design Week.

piazza-minniti-street-art-neiade-tour-events1
Piazza Minniti – Opera e Ph credits: Camilla Falsini (Ig: camillafalsini)

La Milano dei Quartieri ridisegnata dall’arte e dal design

La Design Week di Milano sarà anche un’occasione per scoprire le tante ed eterogenee gallerie di arte contemporanea del Lambrate Design District e del Distretto 5VIE art+design, spazi privati che aprono le porte al grande pubblico e dialogano con le identità dei quartieri che le ospitano, nelle quali vi condurremo per incontrare i galleristi (e magari anche artisti di passaggio), che si racconteranno in prima persona.

Infine, una menzione particolare meritano gli itinerari guidati dedicati alla Street Art, una forma d’arte urbana decorativa ma anche irriverente e di denuncia sociale, che persino durante la pandemia sta continuando a conquistare e a colorare i muri dei quartieri di Milano (Navigli, Isola, Centrale, Ortica e NoLo). Murales e graffiti certamente ricordano la sperimentale creatività di tante installazioni di design… installazioni permanenti, potremmo dire, pensate per essere guardate, godute e fruite dalle migliaia di persone che si muovono nelle strade.

Le nuove opere di Street Art, apparse dal centro alla periferia, così come le nuove piazze di design e le aree pedonali colorate (come, per esempio, Piazza Arcobaleno a NoLo, Piazza Sicilia nei pressi di Via Sardegna, Piazza Minniti nel Quartiere Isola e Piazza Tripoli con la sua grande opera di floor art in omaggio a Gianni Rodari), sono il riflesso tangibile di un cambiamento in atto in una Milano che ha continuato a guardare con fiducia al futuro nonostante la paralisi attuale, costruendo le premesse di una città policentrica dei quartieri e sempre più a misura d’uomo. All’interno di questa progettualità di ampio respiro, fatta di riqualificazioni, cantieri e nuove costruzioni all’insegna alla sostenibilità ambientale, l’arte e il design sconfinano nelle piazze e negli spazi pubblici assumendo un ruolo attivo nel ricostruire e ridisegnare il paesaggio urbano.

Non sarà forse un caso che “Forme dell’Abitare” sia proprio il tema del Fuorisalone 2021.

Alcune proposte per scoprire i luoghi del design e dell’arte di Milano:

Il Museo del Design in Triennale

I quartieri nuovi: un tour della Milano più green e innovativa

Torre Branca Experience

Le gallerie d’arte contemporanea nei quartieri di Milano

Sei alla ricerca di una location di design nel cuore di Milano?

Se hai bisogno di organizzare il tuo Evento

Scopri come ricevere uno sconto del 10% valido su tutte le attività in calendario (anche digitali) e rimani sempre aggiornato sulle ultime novità!