20 Settembre 2022


Lo sapevi che sui Navigli esiste una chiesetta immersa nella tranquillità? La chiesa di San Cristoforo a Milano!

San Cristoforo è un suggestivo complesso costituito da due chiesette affiancate e sorge sul percorso che conduceva a Milano dalla Lomellina, in un punto di passaggio obbligato nella rete dei vari corsi d’acqua. La particolarità di questa chiesetta è il fatto che sia composta da due edifici appartenenti ad epoche diverse: quello più antico, decisamente romanico con tanto di rosone in cotto, l’altro, quello di destra, chiuso da un arco ogivale e vigilato dagli stemmi visconteo e milanese, visto che era la Cappella Ducale voluta da Gian Galeazzo Visconti dopo la terribile peste del 1399.

La chiesa è dedicata a San Cristoforo, protettore dei viandanti e pellegrini che partivano per viaggi avventurosi all’insegna del rischio e del pericolo. Oggi a San Cristoforo si affidano, pensate un po’, gli automobilisti contro disgrazie e pericoli stradali!

San Cristoforo: un tesoretto sui Navigli

Antiche narrazioni attestano l’affetto dei milanesi per la chiesa di San Cristoforo a Milano, che in origine era una semplice cappella coperta da due falde a capanna. Pare addirittura che proprio in questa chiesetta, nel 1176, sia stato dato ai milanesi il primo annuncio della sconfitta dell’imperatore Federico Barbarossa a Legnano da parte della Lega Lombarda.

La facciata della Cappella Ducale, che secondo il gusto milanese del periodo indugia nella conservazione degli eleganti modelli artistici tardogotici, presenta un portale affiancato da due alte monofore e sormontato dagli stemmi visconteo e milanese. I resti degli affreschi ancora leggibili lasciano immaginare la ricca decorazione policroma e la vivacità iconografica con cui il complesso si presentava al viandante o al pellegrino nei secoli del suo splendore. L’interno è partito in due campate con volte a crociera.

Pensate che sul retro della sacristia s’innesta la così detta “cappella dei morti”, edificata in occasione della peste descritta dal Manzoni, durante la quale, riprendendo l’antica vocazione, il complesso di san Cristoforo servì da Lazzaretto.

Esplora con noi il fascino dei Navigli!

La Leggenda del Santo e i suoi misteri

Secondo la leggenda, prima d’essere cristiano, San Cristoforo Martire si chiamava Offerus ed era un gigante forte e dalla mente ottusa. Offerus aveva un sogno: incontrare e servire il più grande re della terra. Quando si mise in viaggio, trovò un re molto potente che lo accolse alla sua corte. Ma un giorno, saltò fuori che il re aveva paura del diavolo. Così Offerus pensò che non poteva rimanere al servizio di qualcuno che aveva timore e scelse di abbandonare la corte per diventare un servitore del diavolo. Attraversò il deserto e incontrò un misterioso uomo che diceva di essere il diavolo e lo seguì, ma saltò fuori che questi aveva paura di Cristo; Offerus lo abbandonò, ripartendo alla ricerca di Cristo per servirlo.

Giunto finalmente da un eremita, Offerus gli chiese dove avrebbe potuto incontrare Cristo e questi gli rispose “ovunque”, a patto di pregare, vegliare e digiunare. Offerus però poteva contare solo sulla sua forza, non certo su queste pratiche. L’eremita allora lo mise alla prova diverse volte. Alla fine delle prove lo battezzò, dicendogli: “Da oggi ti chiamerai Cristoforo, cioè portatore di Cristo.”

E da quel giorno Cristoforo si rimise in viaggio per insegnare la parola del Cristo.

Visita con noi le bellezze dei cortili sui Navigli

Se hai bisogno di organizzare il tuo Evento

    Dai un occhio a tutte le novità in arrivo per scoprire la nostra Milano anche nella suggestiva atmosfera dell'autunno!