Il Castello Sforzesco di Milano

Un imperdibile tour guidato al Castello Sforzesco, sede dei Musei Civici di Milano

Un po' tutti i castelli emanano quel fascino particolare, fatto di storie di corte, dame e cavalieri, guerre e leggende misteriose...
Con il tour guidato al Castello Sforzesco di Milano riviviamo il fascino della vita di corte, delle leggende gotiche e dell’architettura fatta di torri merlate e ponti levatoi, passeggiando tra i suoi ambienti esterni. Nel vero cuore della città, seguiamo il Biscione, ancora oggi considerato il simbolo di Milano ed esploriamo l'antica fortezza, dimora di grandi capolavori di artisti come Leonardo da Vinci, Michelangelo, e altri tesori inestimabili, oggi patrimonio dei Musei CiviciE per finire una passeggiata nel verde del Parco Sempione, dove un tempo si estendeva la tenuta di caccia dei signori di Milano...

MAGGIORI DETTAGLI


 

 
Una visita guidata al Castello Sforzesco di Milano è un’occasione imperdibile per ritrovarsi immersi nella storia, nell’arte, negli usi e nei costumi della Milano rinascimentale e moderna: non lasciatevela sfuggire dunque, e venite a scoprire con noi le bellezze dei suoi ambienti esterni e i tanti segreti che esso custodisce. L’arco temporale interessato dalla costruzione e dalla trasformazione di questa maestosa fortezza cittadina è lunghissimo: dall’epoca dei Visconti alla gloriosa età degli Sforza, presso la cui corte dimorò Leonardo Da Vinci; dai tempi cupi della dominazione spagnola a Napoleone Bonaparte, fino ad arrivare alla storia più recente, quando allarchitetto Luca Beltrami fu assegnato l’incarico di restaurare il Castello Sforzesco per restituirlo alla città in tutto il suo antico splendore. Dobbiamo a lui, per esempio, l’iconica Torre del Filarete, che oggi domina la nota veduta del Castello da via Dante: progettata nel 1452 dall’architetto toscano Antonio Averulino detto Filarete, nel XVI secolo fu distrutta da uno scoppio della polvere da sparo che vi era stata depositata all’interno; Beltrami pensò a ricostruirla in un raffinato stile neorinascimentale, per inaugurarla nel 1905. Il Castello Sforzesco, voluto da Francesco Sforza Duca di Milano nel XV secolo, ha resistito ai colpi della storia, trasformandosi nel tempo, ma conservando intatto il suo fascino e la sua importanza come immortale testimonianza storica, giunta fino a noi.
Partendo proprio dalla Torre del Filarete, esploriamo l’attuale quadrilatero della fortezza: il primo cortile è costituito dalla piazza delle Armi, impreziosita dai Torrioni del Carmine e di Santo Spirito, elegantemente rivestiti in serizzo tagliato a punta di diamante. A nord-ovest, oltre la Porta Giovia e la Torre di Bona, la Rocchetta si leva imponente con le sue alte mura senza finestre nelle parti esposte ad eventuali attacchi; abbellita da tre lati porticati nel cortile interno, ingloba la Torre Castellana, che custodisce la splendida Sala del Tesoro, decorata dal grande affresco di Argo, mitica figura di custode, opera di Bramantino. A nord-est, invece, si estende l’ariosa Corte Ducale, su cui si affacciano il portico dell’Elefante e la troneggiante Torre Falconiera, un tempo alloggio per i falconi da caccia: al piano terra della torre, collegata alle stanze che accoglievano gli appartamenti privati di duca e duchessa, si trova ancor oggi la splendida Sala delle Asse, decorata da Leonardo da Vinci e oggetto di un recente restauro, ancora in corso.
Passeggiando fra torri e cortili del fortezza milanese, possiamo immaginare anche gli splendidi tesori custoditi al suo interno. Infatti il nostro bel Castello, non dimentichiamocelo, ospita anche i molti capolavori dei Musei Civici di Milano, appartenenti alle più svariate arti: dalla scultura alla pittura, dall’oreficeria al design, dalla musica alle più diverse arti applicate. L’edificio della Corte Ducale racchiude al piano terra la ricchissima collezione di opere lapidee provenienti da più quartieri della città, tracce preziosissime della Milano medievale. Al primo piano, vi è spazio per un’ampia raccolta di mobili e arredi lignei, dal Medioevo al Novecento, mentre a partire dalla Torre Falconiera si sviluppano le sale della Pinacoteca, in cui sono conservate le splendide vedute settecentesche di Guardi e Canaletto, le tenere Madonne rinascimentali di Filippo Lippi, Giovanni Bellini e Correggio, oltre alla ricca sequenza dei pittori pestanti, protagonisti del Barocco milanese negli anni della peste. Negli ambienti della Rocchetta, di particolare fascino è la Sala della Balla, un tempo dedicata a divertimenti e svaghi, fra cui il gioco della “balla”. Qui si trovano gli Arazzi dei Mesi, o Arazzi Trivulzio, eseguiti a Vigevano su disegno del Bramantino: un vero e proprio calendario agreste, ricco di aneddoti e buffi dettagli. E per i più curiosi, le sale del Museo degli strumenti musicali e delle arti decorative riservano la scoperta di oggetti di rara bellezza, spesso ignoti ai più.
L’Ospedale degli Spagnoli infine, l’edificio affacciato sul lato occidentale della piazza d’Armi e sapientemente restaurato in anni recenti, è oggi sede della Pietà Rondanini di Michelangelo, estremo capolavoro dell’artista fiorentino: come giunse da Roma a Milano la splendida scultura, e quali sono i motivi del suo nome?
Le nostre guide abilitate vi faranno scoprire questo e molto altro!
Sperando nel buon tempo, perché non terminare l’itinerario storico-culturale nel verde di Parco Sempione? Realizzato alla fine del XIX secolo, il parco sorge sull’area un tempo appartenente al Barcho, l’enorme tenuta ducale in cui gli Sforza amavano trascorrere le proprie ore a caccia di selvaggina ed esotici animali. Raggiungiamo la piazza del Cannone: spostandosi oltre i cortili del Castello, ascoltando i racconti delle nostre guide, potremo immaginare la magica atmosfera cortese di quei tempi lontani e osservare, rivivendo secoli di storia, come la città di Milano sia oggi cambiata.
Un tour alla scoperta della storia di uno dei simboli milanesi per eccellenza, che vi lascerà affascinati e accrescerà la vostra voglia di visitare le sale del Castello e i suoi tanti tesori... non preoccupatevi, non ne mancherà certo occasione!

Acquista

Telefono*

Totale:

Da pagare:

SCOPRI LE ULTIME NOVITA'

Il più ampio catalogo di percorsi culturali e itinerari cittadini, idee ed esperienza decennale per eventi di prestigio in meravigliose cornici storico – artistiche, sono le basi del nostro lavoro di tutti i giorni per rispondere con chiarezza, velocità e passione alle esigenze dei nostri clienti.

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Dlgs 196 del 30 giugno 2003