Scheletri e fantasmi tra San Bernardino alle Ossa e il centro di Milano

Tour guidato a caccia di fantasmi dall'Ossario di San Bernardino ai monumenti del centro di Milano



Fantasmi che non si danno pace, spettri inquietanti, delitti irrisolti... L'avreste mai detto che Milano ha così tanti scheletri nell'armadio? Per entrare nel giusto mood, partiamo da San Bernardino alle Ossa, un luogo da brivido con pareti interamente ricoperte di ossa umane... Tra il Duomo e le vie del centro incontreremo poi Carlina, Giuseppe Mengoni, Lucrezia Borgia e tanti altri fantasmi del passato milanese di cui ci innamoreremo, ma che purtroppo tutti condividono un tragico destino. Pronti a scoprire il lato più spettrale di Milano?
 

MAGGIORI DETTAGLI



Si parte con San Bernardino alle Ossa. Ammirerete subito una chiesa barocca con angeli e nuvole ritratti nella cupola sfarzosa. Ma lo scenario cambia da lì a pochi passi… Nel piccolo Ossario ogni parete, ogni nicchia e ogni singola sporgenza è interamente ricoperta di ossa umane: teschi, tibie, femori appartenuti probabilmente ai morti dell’ex ospedale di San Barnaba in Brolo o riesumati da cimiteri seicenteschi soppressi. La leggenda vuole anche che le ossa di una bambina poste a sinistra dell’altare tornino a vivere ogni 2 novembre, trascinandosi dietro tutti gli altri scheletri in una specie di danza macabra.
Il fantasma di un’altra donna, si aggira invece nella Pinacoteca Ambrosiana: è Lucrezia Borgia, che di notte pettina delicatamente i suoi capelli, custoditi qui in una teca e donati a Pietro Bembo in segno d’amore.
Le nostre guide vi presenteranno poi la drammatica storia di Carlina, che precipitò nel vuoto dai tetti del Duomo. Secondo la leggenda, il corpo non venne mai più ritrovato… mistero!
Passeggiando sotto la Galleria Vittorio Emanuele II, ricorderemo la tragica fine dell’architetto che le diede forma, Giuseppe Mengoni. Il giorno prima dell’inaugurazione precipitò da un ponteggio posto sull’arcata che si affaccia su piazza Duomo. Fatalità o suicidio? E poi su piazza alla Scala ricorderemo la maledizione di Palazzo Marino, risalente ai tempi della sua fondazione per le vessazioni delle tasse sul popolo perpetrate dall’antico proprietario, Tommaso Marino.
Concluderemo infine il nostro ghost-tour con la storia del curato della Chiesa di San Tomaso, in via Broletto: fu punito per la sua crudeltà e corruzione da Giovanni Maria Visconti, che intimò ai suoi armigeri di seppellirlo vivo in una bara insieme a un morto di cui non voleva celebrare gratuitamente il funerale.
Avete preso paura? Al seguito delle nostre guide sarete certamente al sicuro!
Un itinerario originale, per tutti i curiosi che vogliano visitare la città con un pizzico di colore noir, ideale per festeggiare Halloween, e non solo!

SCOPRI LE ULTIME NOVITA'

Il più ampio catalogo di percorsi culturali e itinerari cittadini, idee ed esperienza decennale per eventi di prestigio in meravigliose cornici storico – artistiche, sono le basi del nostro lavoro di tutti i giorni per rispondere con chiarezza, velocità e passione alle esigenze dei nostri clienti.

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Dlgs 196 del 30 giugno 2003