23 Aprile 2020

Forse non tutti sanno che pochi giorni sono trascorsi dalla festa di San Giorgio, celebrata dal calendario ambrosiano il 23 aprile di ogni anno. Ebbene, oggi vogliamo raccontarvi come a tale ricorrenza sia legata la tradizione del pan de mej, uno dei dolci tipici di Milano – accanto al ben più famoso Panettone!
Un pane dolce dalla consistenza friabile, dall’irresistibile sapore burroso e dal tipico colore dorato, dato dalla farina di mais che si usa oggi per prepararlo… le origini del pan de mej (detto anche pan meino o pan dei poveri) si perdono nella storia della città. Un’antica leggenda narra che, in seguito alla vittoria delle truppe del signore di Milano Luchino Visconti sul brigante Vione Squilletti, i milanesi festeggiarono la liberazione dai soprusi di Vione offrendo ai soldati viscontei la panera (la panna del latte) e il pan de mej, dolce che allora veniva preparato con una ricetta a base di miglio, cereale poverissimo. Proprio nel luogo della battaglia avvenuta il 23 aprile 1339, poi ribattezzato Morivione, apparve in seguito l’effigie di San Giorgio, il santo cavaliere che l’iconografia medievale sempre immortala nell’atto di sconfiggere un mostruoso drago, per salvare una bella principessa… 

pan de mej
San Giorgio e la principessa – dipinto da Antonio Cicognara

In ricordo dei fiori di sambuco donati dal santo alla fanciulla, forse, è tradizione aggiungere al pan de mej anche la cosiddetta panigada: petali secchi di sambuco, pianta che, proprio a fine aprile, inizia talvolta a fiorire.

Anche in tempi più recenti, a Milano, il giorno di San Giorgio aveva un valore particolare: poiché il santo era protettore dei lattai, il 23 aprile era dedicato al rinnovo dei contratti di fornitura del latte tra mandriani e lattai.

pan de mej
Lattai con carretta del latte, 1915

Per quella ricorrenza, si mangiava il pan de mej appena sfornato, insieme a una tazza di panna liquida regalata dai lattai per celebrare il rinnovato accordo con i mandriani. Un gesto di buon auspicio, di devozione nei confronti del santo e di omaggio a un ingrediente – il latte – tanto importante per il sostentamento della popolazione milanese!

pan de mej
Pan de mej

Ti è piaciuta questa storia?
Se ti va, clicca una delle icone qua sotto, lascia una piccola recensione e aiutaci a crescere e migliorare!
Grazie!

Se hai bisogno di organizzare il tuo Evento

    Rimani aggiornato sulle prossime attività in Calendario e scopri le novità della Milano dall'Alto!