19 Maggio 2022

Milano, si sa, va esplorata in lungo e in largo, ma anche in basso e… in alto! Oltre alle tante bellezze e ai luoghi storici che sono sotto gli occhi di tutti (basti pensare al nostro caro Duomo o al Castello Sforzesco), ce ne sono tanti altri da scoprire o in cui ci si imbatte quasi “casualmente” passeggiando per le vie del centro, e non solo. La città offre tantissimi punti di vista da cui essere osservata e ammirata e uno dei modi più affascinanti per scoprirla è visitare Milano dall’alto! Certo, perchè ormai la si può definire proprio una “città che sale”. Il suo skyline è in continua evoluzione: oltre a svettanti campanili, torri e torrioni, palazzi con splendidi attici e terrazze e, ovviamente, alle guglie del Duomo dominate dalla Madonnina, nel panorama milanese sempre di più si innalzano nuovi grattacieli che rendono il profilo della città affascinante e ogni volta diverso.

Iniziamo a volare insieme sopra Milano…

Le Terrazze del Duomo: Milano dall’alto delle guglie

Il Duomo, simbolo indiscusso di Milano, protagonista della storia della città, e anche del suo skyline, riesce a farci emozionare in qualsiasi momento della giornata non solo per la raffinatezza del marmo di Candoglia che dall’alba al tramonto assume sfumature di colore sempre diverse dal bianco al rosato, ma anche per le sue strepitose decorazioni, le sue vetrate e le numerosissime statue che popolano l’intero edificio e adornano la sommità di ogni guglia.

Ma il Duomo non smette mai di stupire: la cattedrale è, infatti, l’unica chiesa gotica al mondo di cui è possibile visitare anche il “tetto”, passeggiando sulle sue famosissime Terrazze per un vero e proprio incontro ravvicinato con il “popolo del Duomo”, i cosiddetti doccioni (così si chiamano i gargoyles che coprono le terminazioni del sistema di scolo dell’acqua piovana) e le guglie: ogni dettaglio è altamente significativo e nulla è lasciato al caso. Proprio da quassù si aprono alcuni degli scorci più suggestivi e affascinanti della Milano dall’alto. Tra una guglia e l’altra e incorniciati dai gotici archi rampanti, si stagliano nello skyline milanese i giganti della città, i grattacieli di Porta Nuova e, voltando lo sguardo poco più in là, quelli di Citylife, ma anche la Torre del Filarete del Castello Sforzesco. Lo sfondo? Da un lato le cime delle Alpi, dall’altro il Parco Sud e la Pianura Padana.

Torre Branca: dal cuore di Parco Sempione, Milano a 360°

Parco Sempione è il cuore verde di Milano, il polmone della città! Uno dei parchi preferiti dai milanesi copre solo una piccola parte di quello che nel Quattrocento era il Barcho Ducale, ossia una vera e propria riserva di caccia voluta da Gian Galeazzo Visconti,. Proprio nel centro del parco, si innalza Torre Branca, progettata dal grandissimo architetto Gio Ponti negli anni Trenta. Nata come Torre Littoria, assunse il nome attuale quando fu acquistata dalla distilleria Fratelli Branca dopo essere stata dichiarata inagibile nel 1972 ed essere quindi caduta in disuso per diversi anni.
Secondo il progetto di Gio Ponti, la Torre doveva essere un vero e proprio salotto sospeso all’incirca a 100 metri d’altezza. Da qui, si può godere uno dei panorami più mozzafiato della Milano dall’alto: al di sopra della nuvola verde delle folte chiome di Parco Sempione, la vista, totalmente libera da impedimenti, lascia veramente a bocca aperta, soprattutto sul far del tramonto, quando il sole cala all’orizzonte disegnando le silhouette dei grattacieli, il cielo si tinge di rosa e ad aspettarci in cima ci sarà un gustoso aperitivo!

Highline Galleria: Milano dall’alto fra i tetti della città

Una passeggiata proprio sui tetti di Milano, tra i comignoli dei palazzi? Non è uno scenario da cartone animato o da Mary Poppins, ma è Highline Galleria, i camminamenti più chic di tutta la città. Proprio sopra il salotto di Milano si snoda una passeggiata di 300 metri e a 36 di altezza che permette si visitare la Galleria in modo davvero insolito. Da qui la tragica storia dell’architetto Mengoni, che la progettò negli anni Sessanta dell’Ottocento ma mai riuscì ad assistere alla sua inaugurazione negli anni Settanta, diventa ancora più misteriosa. Le lontane vetrate della Galleria e della grande cupola ottagonale diventano incredibilmente vicine e invece che attraversarla con il naso all’insù, questa volta sarà ammirandola dall’alto che si rimarrà davvero stupiti: lesene decorate, mosaici, statue e lo spettacolare pavimento mosaicato!
Da Highline Galleria si è alla stessa quota delle guglie del Duomo e ancora più vicini alla Madonnina dorata; immediatamente a portata di sguardo ci saranno la Torre Velasca e il campanile più bello della città, quello di San Gottardo. Dall’alto dei tetti di Milano, gli scorci sono davvero suggestivi, e all’appello non mancherà uno sguardo sui grattacieli di Porta Nuova e Citylife.

I Grattacieli di Milano, una città da ammirare l’alto

Protagonisti indiscussi dello skyline meneghino sono proprio loro, i giganti della città: i numerosi grattacieli che in anni recenti sono sorti nella zona di Porta Nuova e a Citylife. Come fratelli maggiori, sono accorsi a guardare dall’alto la città. I grattacieli, spesso firmati da grandi archistar, come “lo Storto” di Citylife disegnato dall’irachena Zaha Hadid, sono i simboli di una città in continuo rinnovamento e trasformazione, che guarda al futuro ma rimanendo ben salda al suo passato e a tutte le sue tradizioni. In questi due avveniristici quartieri si è dato spazio a grandi sfide urbanistiche e architettoniche che hanno visto, come primo passo, la riqualifica delle zone: qui, anche attenzione alla sostenibilità e al green diventano le parole d’ordine delle nuove costruzioni. Ma non dobbiamo pensare ad un affastellamento di nuovi e alti grattacieli, uno a fianco all’altro quasi a togliere il fiato: parte non secondaria della loro riprogettazione sono anche i parchi (Biblioteca degli Alberi in un caso e Artline nell’altro) dai quali godere della “protezione” di questi colossi di vetro sui quali si specchia la città o dove si infrangono i raggi del sole al tramonto, creando affascinanti giochi di luce.

Insomma, il capoluogo lombardo da qualunque punto di vista lo si guardi è in grado di farci emozionare… ma la Milano dall’alto ancora di più!

Se vuoi scoprirne di più sui Grattacieli di Milano, può interessarti anche I grattacieli di Milano: una città che cresce a vista d’occhio

Se hai bisogno di organizzare il tuo Evento

    Rimani aggiornato sulle prossime attività in Calendario e scopri i tour dell'estate!