19 Gennaio 2024

Nel capoluogo meneghino si nasconde una città segreta e misteriosa: stiamo parlando di una Milano nascosta e sotterranea che racconta la sua storia dai tempi dell’antica Mediolanum, l’antenata di Milano così come la conosciamo oggi, fino al Novecento. Un nucleo urbano di vere e proprie strade, edifici, catacombe, rifugi e monumenti, in cui regna un silenzio assordante, pregno di mistero e che racchiude nelle sue pietre oltre mille anni di storia. 

È possibile scoprire la Milano Segreta attraverso diverse visite e tour guidati, viaggi affascinanti sotto la superficie della terra, tra antiche leggende, tesori artistici, reperti archeologici e bunker antiaerei – muovendosi proprio fra i luoghi simbolo di Milano, dall’area archeologica del Duomo ai passaggi segreti sotto il Castello Sforzesco, dalla Cripta di San Giovanni in Conca al Foro romano, fino a rifugi sotterranei nascosti in luoghi impensabili.

Visite guidate alla Milano Segreta: i luoghi da non perdere

Cripta di San Sepolcro, gioiello dell’antica Mediolanum

Una tappa imperdibile nell’antica Mediolanum è la Cripta di San Sepolcro. In piazza San Sepolcro, al di sotto della chiesa che porta lo stesso nome, si può accedere all’omonima cripta: un edificio che risale all’anno 1000 d.C., dove si può ancora ammirare la pavimentazione originale composta da lastre marmoree di età augustea, provenienti dall’antico Foro Romano.

Nella Cripta è presente una statua di San Carlo Borromeo in preghiera, dal momento che il santo amava particolarmente ritirarsi in questo luogo, ritenuto “vero centro di Milano” già da Leonardo da Vinci: tanti sono i personaggi illustri che in Cripta hanno lasciato un segno e che oggi rivivono in un nuovo tour attoriale! Ad accrescere l’interesse della chiesa ipogea, le decorazioni murali, oggetto di un recente restauro, costituiscono un meraviglioso esempio della pittura lombarda medievale e della sua fantasiosa simbologia. Oggi la Cripta può essere visitata anche in orario serale, a lume di lanterna: un’esperienza esclusiva e suggestiva, per vivere tutto il fascino di uno dei massimi gioielli della Milano sotterranea.

Rifugi antiaerei della Seconda Guerra Mondiale

rifugio-antiaereo-neiade-tour&events14

Facendo un salto temporale in avanti di qualche secolo, tra i luoghi della Milano segreta è possibile visitare anche alcuni spazi che hanno svolto la funzione di rifugio antiaereo durante gli anni della Seconda Guerra Mondiale, come il Rifugio 87, un bunker nei sotterranei di una scuola nell’odierna via Bodio. In occasione di Open House Milano, iniziativa patrocinata dal Comune di Milano grazie alla quale vengono riaperti per un weekend tanti luoghi inaccessibili della città, il 25 e 26 maggio 2024 è possibile scendere anche nel bunker di Piazza Grandi, che riusciva ad ospitare oltre 400 persone: visitarlo in compagnia di guide e architetti è un’opportunità unica!

La Milano Sotterranea, dall’area archeologica alle cripte medievali

milano sotterranea

Questo tour della Milano segreta continua con la Milano Sotterranea: vi sveleremo un lato archeologico ricco di storie e di tesori che affonda le radici indietro nel tempo, fino alla prima pietra posata a fondazione della città.
Una città vista dal sottosuolo, scendendo qualche metro sotto Piazza Duomo. Qui, a quattro metri sotto il sagrato del Duomo, esiste uno tra i complessi archeologici più antichi della città, nucleo della prima cristianità milanese. Per proseguire il tour immergendoci appieno nel tipico stile Romanico lombardo, ci caleremo nuovamente nella storia visitando la Cripta di San Giovanni in Conca, in piazza Missori.

Oltre a San Giovanni, a pochi passi dal Duomo, proprio al di sotto del complesso dell’Ambrosiana, si nasconde uno dei gioielli di Milano: è la Cripta di San Sepolcro. Questo luogo sorge esattamente dove si ergeva il foro romano, quindi in una posizione centralissima, tanto che secoli più tardi Leonardo da Vinci scrisse che la Cripta di San Sepolcro si trovava “nel vero mezzo di Milano”.

San Bernardino alle Ossa, tappa imperdibile della Milano segreta

Un itinerario imperdibile della Milano segreta e misteriosa è il nostro ghost tour dedicato al centro storico, sulla scia dei fantasmi che ne popolano le vie e i monumenti più famosi. Si parte dal Santuario di San Bernardino alle Ossa, splendida chiesa tardo-barocca e sede dell’ossario più stupefacente di Milano; qui trova spazio una macabra collezione di antichi scheletri umani, probabilmente appartenuti ai morti dell’ospedale di San Barnaba in Brolo. L’atmosfera è quella giusta per proseguire il percorso alla ricerca dei fantasmi del centro: come Carlina, giovane sposa sfortunata che ancora aleggia sulle guglie del Duomo; Giuseppe Mengoni, architetto della Galleria Vittorio Emanuele II morto in circostanze sospette alla vigilia dell’inaugurazione del suo capolavoro; o Tommaso Marino, primo proprietario del Palazzo di piazza Scala oggi sede del Comune di Milano.

Il Cimitero Monumentale

Misteri, fantasmi e atmosfere dark… questi ingredienti arricchiscono anche la visita guidata al Cimitero Monumentale di Milano. Vero e proprio museo a cielo aperto della città, non solo ospita monumenti funebri dall’inestimabile valore artistico, ma è anche uno dei luoghi meneghini da non perdere se si vogliono scoprire i mille volti della Milano misteriosa.
Le vicende dei personaggi più illustri della città risuonano fra le tombe e i sepolcri costruiti lungo i viali alberati del cimitero: architetture neoclassiche, tardo-romantiche o d’avanguardia, avvolte dalle prime ombre del crepuscolo o delle nebbie del mattino, in un’atmosfera silenziosa e suggestiva, intrisa di segreti e storie sinistre.

Sant’Ambrogio, una delle basiliche della Milano segreta e misteriosa

Anche una delle basiliche più antiche di Milano, infine, racconta storie dal fascino tetro e misterioso, oltre a svelare, come preziosi scrigni, i loro tesori storico-artistici. In piazza Sant’Ambrogio, davanti all’omonima basilica si trova la cosiddetta Colonna del diavolo: si narra infatti che i due fori visibili nella parte inferiore della colonna risalente all’età romana siano stati causati dall’urto delle corna di Satana, presentatosi di fronte al santo ambrosiano per tentarlo ma poi costretto a fuggire nuovamente agli Inferi…

Potrebbe anche interessarti: Tour di Milano a piedi: ecco quali sono i 10 percorsi più belli

Se hai bisogno di organizzare il tuo Evento

    Rimani aggiornato su tutte le novità!